loader

La salute prima di tutto! Per questo anche noi ci stiamo attenendo a tutte le disposizioni che le autorità hanno fornito in questi giorni: #iorestoacasa

Quello che stiamo vivendo è un momento di grande dolore, di distacco e sofferenza. COVID-19 sta mettendo a dura prova un fondamento stesso dell’uomo: il suo desiderio di relazione, contatto, vicinanza.

Oltre alla preoccupazione immediata per la salute di tutti, non nascondiamo anche una preoccupazione per gli aspetti futuri legati all’economia e alla ripresa di un’attività normale.

Siamo convinti che l’Italia troverà le forze per superare questa nuova sfida, come ha sempre fatto nel passato facendo leva su: intelligenza, unità e solidarietà. Caratteristiche che da sempre ci vengono riconosciute.
Non demoralizziamoci quindi, e mettiamo in campo le nostre risorse migliori!

1. Intelligenza

In primis un grazie a tutti i medici, infermieri, sanitari in generale per quanto stanno facendo, rischiano la loro vita in corridoi trasformati in reparti di rianimazione.
Poi ciascuno faccia la propria parte: la politica nel lavorare per un bene comune, gli imprenditori nel trovare la forza di ripartire stupendo il mondo con nuovi e bellissimi prodotti, i lavoratori, le maestre, i nonni…tutti!

2. Unità

Speriamo che questo (maledetto) virus ci lasci almeno una cosa positiva: l’aver imparato a collaborare per risolvere un problema.
Mai come oggi è evidente a tutti che singolarmente non possiamo curare COVID19 e che per non ammalarci abbiamo bisogno che l’altro rispetti me ed io rispetti lui. Uniti di può vincere.

Superato, come sarà, il periodo del contagio servirà agire per la ricostruzione. Sarà un periodo difficile e pieno di sfide, ma se avremo imparato ad agire assieme troveremo sicuramente le soluzioni migliori per ritornare in piedi e a testa alta.
Questo vale ad ogni livello: in casa con le persone più care, nel condominio, in città, Provincia, Regione, Nazione ed anche Europa!
SI! Servirà tanta Europa nel futuro, fatta però non di divisioni e burocrazia, ma di visione e unità.

3. Solidarietà

Ultimo punto, ma non meno importante, dobbiamo mettere tutti in campo un atteggiamento di solidarietà autentico: ossia guardare al bene di tutti e meno al nostro singolo bisogno.

Questa sarà una sfida come individui ma anche come attività economiche. Per fortuna stanno nascendo molte iniziative che vanno in questa direzione.

La logica del profitto puro deve essere messa in secondo piano. Se volete si può anche vedere questo come un investimento per il futuro anche per le aziende: serve un mercato per vendere.

Il nostro piccolo contributo

In questi giorni è letteralmente esploso un “bisogno di digitale”. Le persone mentre sono costrette a casa passano diverse ore al giorno al cellulare o al computer (anche più di 4): leggono, giocano, interagiscono con amici, parenti ed anche aziende e attività.
Oggi, rispetto al passato, per fortuna abbiamo molti strumento in più per alleviare questa “solitudine”, in particolare i social network che consentono di mantenere vivi i rapporti (non solo tra persone, ma anche tra aziende e clienti).
Questi strumenti hanno permesso a tante attività di iniziare a vendere i loro prodotti online, con spedizioni o facendo consegne in prima persona a domicilio. Un servizio davvero utile! Molti imprenditori ci hanno raccontato che sono spinti non solo da un desiderio di profitto (alcuni spenderebbero meno chiudendo) ma anche da uno spirito di solidarietà e dal desiderio di non darsi per vinti.
Questo è l’atteggiamento che vogliamo sostenere!

Il problema è che questo cambiamento (non voluto, inaspettato, repentino) ha colto tutti impreparati e ha costretto molti ad usare soluzioni di ripiego: i social infatti offrono visibilità ma non forniscono strumenti per gestire le vendite e gli incassi. Il cliente finale è felice perché con la semplicità di spedire un messaggio ha fatto il suo ordine, ma per il gestore le cose non sono così semplici. Gli ordini arrivano in modo disordinato: tramite messaggio WhatsApp, una telefonata, da Facebook, una mail, ecc.. La gestione del pagamento complica ulteriormente la situazione e rischia anche di essere fatto in condizioni di rischio contagio (pagando in contanti o con il POS è molto facile non rispettare la distanza di sicurezza).Il commercio online non è più una novità, ma questo è uno tsunami che ha cambiato tutto per molte realtà, soprattutto per quelle che non erano abituate al digitale!
Un e-commerce potrebbe essere una soluzione, ma richiede investimenti importanti in termini di tempo e soldi: 2 risorse che nella difficile situazione attuale poche realtà possono permettersi.

Nel nostro piccolo ci siamo quindi impegnati per provare a dare un contributo e aiutare queste attività ad affrontare meglio queste sfide! Nessuno ce lo ha chiesto e nessuno ci ha pagato per farlo! Abbiamo realizzato tutto a spese nostre e senza aiuti.Lavorando intensamente abbiamo adattato alcune nostre soluzioni per creare sellbylink.com, una piattaforma che oggi permette di:

  1. vendere e incassare online senza la necessità di un tradizionale e costoso e-commerce, promuovendo i prodotti su tutti i social;
  2. richiedere denaro a distanza inviando un messaggio al cliente, soluzione che garantire l’incasso e permette di limitare i contatti e conseguentemente i possibili contagi.

Come nostro contributo, contro il Covid19 e a sostegno dell’imprenditoria locale, abbiamo deciso di offrire la piattaforma a zero canone e zero costi d’attivazione per permettere a chi desidera di utilizzare sellbylink.com senza carta di credito e senza nessun investimento iniziale. L’attivazione richiede circa 10 minuti (soprattutto per aprire il conto stripe, necessario per ricevere i pagamenti con carta di credito).
L’unico costo è una commissione sul venduto che copre anche gli oneri di gestione delle carte di credito.
Abbiamo chiamato questa promozione: #assiemevinciamo.
L’attivazione di sellbylink.con può essere fatta online, in totale autonomia (è disponibile un sevizio di supporto).

Sappiamo che non è tutto perfetto, ma non volevamo attendere oltre: l’urgenza a cui vogliamo dare risposta è ora. Abbiamo quindi chiesto a tutti i nostri utenti di aiutarci a migliorare la piattaforma inviandoci i loro consigli: quelli che reputiamo utili li implementiamo a spese nostre e li rilasciamo a beneficio di tutti. Sono già stati fatti 2 rilasci in 4 giorni.

Come funziona SellByLink?

Sell By Link è SEMPLICISSIMO: inserisci foto, titolo e prezzo dei prodotti ed inizi subito a venderli condividendoli tramite Facebook, Instagram, Twitter, WhatsApp, LinkedIn, Pinterest, Messenger, Telegram…Non serve altro!
Oppure puoi inserire una richiesta di pagamento ed inviarla tramite messaggio (decidi tu come..WhatsApp, Messenger, Telegram, SMS…).

I clienti pagheranno DIRETTAMENTE TE, comodamente con un dito grazie ad ApplePay e G-Pay oppure con carta di credito.


Paolo Cazzanelli

Recent Blog

It is a long established fact that a reader will be distracted